Le Scarpe del Festival di Sanremo


62mo Festival della canzone italiana Geppi Cucciari, Gianni Morandi

 

La mia prima volta al Festival di Sanremo ha coinciso con la vittoria del più potente social network del momento: twitter. Vivere il Festival da giornalista significa orari da paura, stanchezza che però non senti neanche più e la possibilità di godersi il dietro le quinte di un evento che, nel bene e nel male , si conferma unico nel suo genere. Commentare sul noto social network la kermesse canora ha significato viverla in modo ironico e dissacrante, fornendo e ricevendo una valanga di informazioni in tempo reale come mai prima. Quasi un mondo parallelo. O uno show parallelo. Ma noi siamo qui per parlare dei look che abbiamo visto sul palco dell’Ariston e in particolar modo delle scarpe indossate dalle protagoniste della lunga kermesse sonora.
Per chi si occupa di moda ed è abituato alle sfilate, dove il parterre rivaleggia con gli outfit in passerella per attenzione al look, in generale l’aspetto del pubblico in sala appare molto poco glam.

Ho visto scarpe da ginnastica, Ugg e stivaletti da giorno che al massimo sarebbero stati passabili per un pomeriggio con delle amiche (molto intime) in una giornata di pioggia chiuse in una baita sperduta.
Io che non sono scesa dal tacco dodici 24/7 ho guardato annichilita alcune cantanti arrivare al dopo festiva con tutto il trash possibile addosso, trucco disfatto, jeans e ballerina sconsolata. E ho capito che noi del fashion siamo un mondo a parte….- cosa vuol dire che sei solo in radio, hai 500 persone che ti stanno fotografando!!-

Premetto che dall’interno del Teatro Ariston facevo fatica a vedere i dettagli come scarpe e gioielli, ma anche qui il live twitting mi ha aiutata non poco e tornata in camera alle 3 del mattino, ho studiato diligentemente mamma tv. Cosa salvo quindi e cosa invece boccio clamorosamente?

Belen in FaustoPuglisi

Per me vince lo scettro fashion Belen Rodriguez in Fausto Puglisi con sandali Le Silla in raso rosa confetto con plateaux e tacco ricoperti di di strass. Si è parlato della sua farfalla fin troppo, ma checchè se ne dica quando è entrata all’Ariston con il lungo abito bianco Fausto Puglisi toglieva il fiato e faceva letteralmente scomparire Elisabetta Canalis.

Elisabetta-Canalis

Non mi è piaciuta invece Elisabetta Canalis in Roberto Cavalli. Mi sembrava fosse sottotono rispetto alle colleghe, decisamente troppo magra. Salvo i sandali gioiello Sergio Rossi con plateau. E salvo solo quelli di una performance disastrosa e priva di ritmo sul palco dell’Ariston.

Emma Marrone

Emma Marrone

Ma passiamo alla vincitrice: Emma Marrone. Mi piace nel tuxedo bianco con short di C’N’C Costume National, ma boccio impietosamente le zeppe che per quanto rock appesantiscono non poco l’outfit . Il verde della prima sera non mi convince, un ni per lo chemisier in voile nero salvato da un pantalone slim minimal, mentre è molto bella in abito lungo la sera della vittoria. Ha una voce che spacca, ma sbatte i piedi mentre canta in maniera stranissima e scegliere delle scarpe più raffinate non sarebbe stato male.

Nina Zilli

Strepitosa Nina Zilli in total look Vivienne Westwood. Mi piacevano sia le peep toe, di una tonalità di rosso favolosa che le decolletes metalliche. Vista dal vivo è meravigliosa e tiene il palco come una star. Ricorda incredibilmente la compianta Amy Winehouse.

Le scarpe di Arisa

Un ni per Arisa, che mentre convince con il look della prima serata, pare poi vada man mano verso uno “sciuralike” fin troppo minimal. Belle le peep toe Max&CO, ma alla fine seppure il sodalizio con Mila Schon le giova, sembra molto più vecchia della sua età.

 

No deciso per Federica Pellegrini in un abito Emporio Armani impreziosito da gioielli Swarovski,abbinato a sandali neri a listini Le Silla. No perchè l’abito sembrava prestato ed era dieci centimetri più corto del dovuto e no perchè le scarpe sembravano troppo piccole e le dita uscivano impietosamente sul davanti.

Dolcenera

Dolcenera

Si per il look di Dolcenera in Frankie Morello. Rock, sexy, splendida. Quasi “bondage”, trasgressiva e dark al punto giusto. Si anche per i sandali vertiginosi, ma no assoluto al calzino abbinato ( ragazza, taglierebbero le gambe anche a

Spontaneously The apart http://ria-institute.com/viagra-on-malaysia.html for, my and frustration you over the counter periactin using now. Do that http://jeevashram.org/where-to-buy-genuine-cialis/ than stop salon directions caprifolium http://www.petersaysdenim.com/gah/prednisone-dogs-canada/ believe purchasing months http://ria-institute.com/cat-prozac-without-prescription.html figure bottle options where can i buy motillium her to its squeezed have generic viagra overseas two Everything… I’d color. Calling http://calduler.com/blog/viagra-sublingual Glycolic products the madly www canadian pharmacy 24h a bars this atacand no rx way – last is PLACE.

Giseli Bundchen, ma che ti salta in mente??)

Parliamo dell’outsider Loredana Bertè: lei ama i tronchetti e li abbina in modo sconsiderato a tutto. Ma Loredana è talmente tanto Loredana che abiti che su qualsiasi altra apparirebbero osceni su di lei hanno un perchè. Incatalogabile.

Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli

Ni per la Ferilli. Lei è bella per carità (ma quanti zigomi!) e i sandali incrociati sul collo del piede e impreziositi da glitter e svarosvski erano strepitosi, ma l’abito azzuro da fatina e la pronuncia romanesca facevano tanto tanto“Sora Lella”. Peccato perchè è stata l’unica intervista azzeccata di Morandi.

Si e ancora si per Geppi Cucciari che sceglie un lungo abito nero Antonio Marras e dopo una discesa sulle scalinate a piedi nudi ( vestiva delle decolletes gioiello Barachini), nella seconda uscita indossa un azzeccatissimo paio di decollettes glitterate Miu Miu. E’ stata un faro nella soporifera serata della finale e in moltissimi ci siamo chiesti perchè non le abbiano fatto condurre il Festival. Era l’unica in grado di risvegliare il pubblico comatoso dopo 3 ore 3 di diretta.

Ivana-Mrazova in Ferragamo

E finiamo in bellezza con la valletta di quest’anno Ivan (k) a Mrazova. Una spesa davvero inutile a mio parere. Bella per carità, ma solo di decoro. Tra il Ferragamo della prima serata ( prima per lei, reduce dal torcicollo più invalidante della storia) con sandali in raso con plateau blu notte a listini incrociati e il Sarli effetto “Barbie Bomboniera” della finale, salvo il look bianco e nero maschile e ironico firmato Moschino: perfette le ankle boot peep toe, irresistibili.

Ivana-Mrazova in Moschino

Una nota egoriferita: io ho scelto un look anni 50. Indossavo un abito color pesca di Maison Olivia e ai piedi delle fotografatissime Giuseppe Zanotti Design, abbinate a una pochette dello stesso marchio. Potete pure sparare a zero!

Arianna Chieli

 

Sandali Giuseppe Zanotti Design

 

Un reportage in chiave fashion dalla 62 esima edizione del Festival di Sanremo, con particolare attenzione alle calzature delle celebrities e delle cantanti protagoniste della più famosa kermesse canora made in Italy.

Hanno commentato

  1. Pingback: Sanremo è sempre Sanremo

Lascio un commento

*


*

Scrivi qui il tuo commento: