Glitter e borchie con Steve Madden


Odio l’inverno. Odio il buio alle 17:30, odio il freddo, odio il vento gelido sulle gote.
Devo trovare un modo di ribellarmi, di lottare e cercare di sopravvivere fino a quando non arriveranno le giornate in cui gli uccellini cantano.

Uno dei metodi che utilizzo di più è quello di sfoggiare scarpe e accessori pieni di vita, possibilmente luccicanti e colorati che mi aiutino a non diventare un tutt’uno con il grigiore del cielo.

Nella collezione di Steve Madden le possibilità sono davvero tante: dalle paillettes, passando per i micro Swarovski arrivando alle care e vecchie borchie, trend della stagione.

Inoltre, fattore non da poco, questo marchio ha un ottimo rapporto qualità prezzo: se è vero che comprare scarpe online ha, spesso e volentieri, la finalità di acquistare cercando anche di risparmiare, le proposte di Steve Madden sono alla moda ma non richiedono l’apertura di un mutuo.

Modello Krisss

Modello Krisss

Queste ballerine sono perfette abbinate con i collant neri 50 denari, super coprenti e caldi. In contrasto con un colore scuro saranno le protagoniste del look in maniera indiscussa e renderanno particolare anche l’outfit più casual.

Per chi non vuole osare ma apprezza comunque le paillettes, la ballerina Krisss è disponibile anche nel colore nero.

Modello Conncord

Non ne faccio di certo un mistero: sono completamente in fissa con i mocassini. Sin da quest’estate non riesco più a farne a meno e continuo a comprarne di ogni tipo.

Il modello Conncord è adatto a chi vuole osare, a chi è così sicuro di sè e per chi non ha paura dei look più estrosi: sono completamente ricoperti di micro glitter di più colori che rendono queste scarpe impossibili da non notare.

Modello Studdy

Sempre mocassini ma molto, molto più portabili. Argentati, certo, ma ricoperti per la totalità della superficie da borchie rotonde.

Disponibili anche in oro e in nero, sono comode conservando l’eleganza del modello. Insomma, un buon compromesso per chi non ha proprio voglia di stare tutto il giorno sul tacco 12.

 

Lascio un commento

*


*

Scrivi qui il tuo commento: